Marina Militare Italiana Web Community Ufficiale

I Palombari del Gruppo Operativo Subacquei hanno iniziato ad ispezionare i ponti interni del relitto Costa Concordia

07.10.2013 22:11
7 ottobre 2013 12.42
 

All'isola del Giglio è iniziata una nuova fase per gli uomini del G.O.S. a seguito dell’autorizzazione del soggetto attuatore ad effettuare le ricerche subacquee degli ultimi dispersi all’interno dei ponti allagati del Costa Concordia.

Ai palombari di Comsubin è stato assegnato il compito di investigare la zona dei ponti 3, 4 e 5 della nave, attraverso le apparecchiature subacquee alimentate dalla superficie in dotazione al reparto: il palombaro leggero ed il sistema per spazi ristretti. Tali sistemi permetto di condurre immersioni lavorative prolungate nel tempo e con un margine di sicurezza più elevato.

Il team del Raggruppamento Subacquei ed Incursori “Teseo Tesei”, presente sull’isola dal 18, è costituito da 11 palombari, un medico ed un infermiere che, oltre alle capacità operative subacquee, é in grado di assicurare l’assistenza iperbarica a tutti gli altri sommozzatori impegnati nelle attività di ricerca, attraverso l’impiego di una camera di decompressione mobile.

 

  

 

(www.marina.difesa.it)

Cerca nel sito

Notizie

21.03.2014 09:43

Il Notiziario della Marina dedicato ai nostri Fucilieri è online

Tra i temi trattati nel nuovo numero del Notiziario della Marina, scaricabile in versione pdf...

Tag

La lista dei tag è vuota.

             

      

© 2013 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito web gratisWebnode